top of page

Tutti i servizi di Terrimago

110 elementi trovati per ""

  • Vintage

    Vintage Elliott Erwitt L’Assessore alla Cultura del Comune di Abano Terme, Michela Allocca , insieme a Suazes e in collaborazione con CoopCulture , presenta al Museo Villa Bassi Rathgeb una grande retrospettiva dedicata al grande autore, Elliott Erwitt , che vedrà in esposizione ben 154 fotografie vintage di grande valore, raramente esposte al pubblico, e trenta scatti fotografici davvero iconici del suo lavoro: opere che coprono sessant’anni di storia della fotografia . Un percorso che sarà arricchito da materiale audiovisivo dedicato al grande fotografo rendendolo una vera occasione di approfondimento del suo lavoro. Questo straordinario corpus di fotografie permette di affrontare le principali tematiche che caratterizzano il grande lavoro di Erwitt: dal tema dell’integrazione razziale in America nel secondo dopoguerra alle mutazioni sociali della società americana , per proseguire con il tanto discusso tema del nudismo … e poi ancora i cani , i bambini , i viaggi in tutto il mondo . I suoi scatti raccontano uno spaccato della storia e del costume del Novecento attraverso uno sguardo profondamente ironico che caratterizza il grande Autore. Il percorso di mostra darà vera soddisfazione agli amanti della fotografia e ai conoscitori del suo lavoro e a coloro che per la prima volta si avvicineranno ad Elliott Erwitt. Come dichiara Erwitt “Fare ridere la gente è uno dei risultati più alti che puoi ottenere. E quando riesci a far ridere e piangere qualcuno, alternativamente, come fa Chaplin, questo è il più alto di tutti i risultati possibili”. Nato nel 1928 da genitori russi emigrati a Parigi, cresce a Milano e a dieci anni emigra, con la sua famiglia, negli Stati Uniti d’America. La sua prima esperienza legata alla fotografia consiste nell’elaborazione di fotografie pubblicitarie in una camera oscura di Hollywood. In quel periodo iniziò anche a scattare fotografie per conto proprio, fotografie che mostravano la sua visione del mondo marcatamente umoristica. Nel 1955 Robert Capa gli offre l’opportunità di unirsi alla Magnum Photos, fondata nel 1947. Nel 1955 il celebre direttore del dipartimento di fotografia del MoMA di New York Edward Steichen selezionò alcune delle sue fotografie per la celebre mostra “The Family of Man”. Lo stesso Museum of Modem Art ospitò la sua prima mostra personale nel 1965. Da allora, le fotografie di Erwitt sono state esposte in musei e gallerie di tutto il mondo ed il suo lavoro è stato oggetto di numerose pubblicazioni. Le fotografie saranno inserite all’interno degli straordinari spazi di Villa Bassi Rathgeb attraverso uno specifico allestimento che permetterà di valorizzare appieno gli interni della struttura museale, creando un suggestivo dialogo. Poche volte in Italia si sono raccolte così tante fotografie dedicate al suo lavoro. Museo Villa Bassi Rathgeb Abano Terme, PD, Italia 28 gennaio 2023 / 11 giugno 2023 LINK

  • Dracaena Draco

    < Back Dracaena Draco Dracaena Draco La Dracaena Draco è una pianta decisamente lenta, ma molto longeva; si stima possa arrivare fino a ottocento anni, come l’esemplare a Icos de Los Vinos alle Isole delle Canarie, ma essendo una molocotiledone non presenta anelli annuali che ci confermino la sua età. Detta anche Sangue di Drago per via della sua resina che al contatto con l’aria diventa rossa, era già utilizzata dagli antichi romani come “cinabro” pigmento utilizzato come colorante per lana, ceramica, marmi e anche rossetti. Più avanti è stato utilizzato anche come mordente per i violini Stradivari. Oggi è ancora usata nella medicina popolare per arrestare le emorragie, curare le ulcere e il trattamento della diarrea ed è anche per questo che è a rischi di estinzione. ​ Link Previous Next

  • Tonalità

    Il bosco di San Francesco Tonalità Ad Assisi, tra il silenzio e la bellezza di boschi, rami in fiore, radure e oliveti, sorge il Bosco di San Francesco. Un luogo suggestivo di pellegrinaggio ma anche di riflessione sulla pacifica coesistenza tra uomo e natura, ispirato agli insegnamenti di armonia di San Francesco. Ed è proprio qui che Michelangelo Pistoletto ha creato “Terzo Paradiso”, un’opera di Land Art con alberi di olivo. “I due cerchi esterni" scrive Pistoletto "rappresentano tutte le diversità e le antinomie, tra cui natura e artificio. Quello centrale è la compenetrazione fra i cerchi opposti e rappresenta il grembo generativo della nuova umanità”. Mantenere le stesse tonalità di colori in più fotografie è un elemento collante in un servizio Click here Click here Click here Click here Click here Click here Click here Click here Click here TUTTI I CONSIGLI

  • L’alba di un nuovo classicismo

    L’alba di un nuovo classicismo Pierre-Auguste Renoir Verso la fine degli anni Settanta, l’esperienza impressionista per Pierre-Auguste Renoir , uno dei massimi interpreti del movimento, andava esaurendosi. Scosso da una profonda inquietudine creativa , Renoir decide di recarsi, nel 1881, in Italia . Un viaggio lungo la penisola che lo porterà da Venezia a Firenze, da Roma a Napoli, fino a Palermo. Travolto dalla forza della luce mediterranea , rapito dalla bellezza di Capri , dai capolavori antichi del Museo Archeologico di Napoli , impressionato dai dipinti di Carpaccio e Tiepolo e dalla “semplicità e grandezza” degli affreschi di Villa Farnesina , Renoir matura una rivoluzione artistica : dalla joie de vivre delle scene di divertimento della borghesia parigina a uno stile aigre , aspro, che fondeva la lezione di Raffaello con quella di Ingres. Era l’alba di un nuovo stile. "Pierre-Auguste Renoir. L’alba di un nuovo classicismo " racconterà soprattutto questa seconda fase della carriera dell'artista. Muovendo dal grande studio preparatorio a olio su tela del celeberrimo Moulin de la Galette , il percorso di mostra seguirà l’evoluzione dello stile di Renoir a partire dal ritorno dopo il viaggio in Italia: dai primi esempi di “moderna classicità ” alla pittura di stile neo-rinascimentale , fino ai paesaggi della Provenza e della Costa Azzurra . Un Renoir per certi aspetti inedito, “profeta” di quel rappel à l’ordre che avrebbe caratterizzato l’arte del periodo tra le due guerre. Palazzo Roverella Rovigo, RO, Italia 25 febbraio 2023 / 25 giugno 2023 LINK

  • Magnolia

    < Back Magnolia Magnolia La Magnolia che appartiene alla famiglia delle Magnoliaceae , è un albero di lenta crescita ma che può anche arrivare fino a 30 metri di altezza, ha un bellissimo aspetto e spesso è scelto per i suoi fiori di notevoli dimensioni. Ci sono specie sempreverde come la Magnolia grandiflora con i suoi fiori bianchi profumatissimi oppure decidue come la Magnolia soulangeana coi suoi fiori che vanno dal bianco al rosa e persino al giallo delle nuove varietà olandesi. Il nome del genere è stato scelto da un botanico francese, Charles Plumier, volendo onorare Pierre Magnol, direttore del giardino botanico di Montpellier, che introdusse la nozione di “famiglia” nella classificazione botanica. In Asia i fiori sono legati all’immagine della bellezza, della perseveranza e della dignità invece in America del Nord è considerata una pianta che porta fortuna. ​ Link Previous Next

  • Olivo

    < Back Olivo Olivo La derivazione del suo nome dal greco antico e la presenza caratteristica delle sole zone temperate riecheggiano bene la simbologia che l'Olivo ha rappresentato per le genti mediterranee. Il mito lo vuole piantato da Atena sull'Acropoli; dono di pace e fertilità, Ulisse vi intagliò il giaciglio per la sua sposa. Capace di rischiarare le notti e celebrare la cultura, ha animato tra le opposte sponde, rotte e scambi che non sono mai stati solo commerciali. Link Previous Next

  • Myplant&Garden

    < Back FIERA Fiera di Milano Myplant&Garden Sin dalla prima edizione (2015), Myplant ha registrato una crescita continua in termini di opportunità di business. È stata in grado di ridare impulso e accompagnare la ripresa dei mercati e dei consumi orto-florovivaistici e del giardinaggio, rendendoli più credibili, riconosciuti e redditizi a livello internazionale. Questo percorso di sviluppo si traduce, edizione dopo edizione, in un orizzonte di crescita concreto che coinvolge gli attori di tutte le filiere del verde, dalla ricerca alle costruzioni, dal seme alle forestazioni, dalla produzione all’innovazione, dalle componenti soft a quelle hard, alla distribuzione. Tutte ben rappresentate nei 9 macrosettori (vivai, fiori, decorazione, edilizia, macchinari – anche con area demo esterna -, servizi, tecnica, vasi, arredo giardino), garantiscono un’ampiezza e profondità di offerte, innovazioni e soluzioni uniche, che hanno fatto di Myplant il place to be per eccellenza dei protagonisti delle filiere ideative, produttive e distributive. Ciò che accade a Myplant, è una continua creazione di valore che si connette con molti aspetti cruciali del vivere contemporaneo e del futuro: le componenti della green chain moltiplicano il proprio potenziale incontrandosi in fiera, affrontano i temi più attuali e dettano i nuovi stili di vita. Importanza del verde per la qualità della vita, il clima, la salute e il benessere dentro e fuori gli ambienti domestici e urbani, rigenerazione delle città, innovazione, reperimento delle risorse e trend di consumo sono alcuni dei temi emersi con prepotenza attorno al tema del verde e puntualmente approfonditi in fiera. SCHEDA FIERA Fiera di Milano Milano, MI, Italia Myplant&Garden Date 22 febbraio 2023 24 febbraio 2023 LINK

  • Alberi

    ALBERI e le loro storie Betulla Scopri Davidia Involucrata Scopri Ficus Magnolioides Scopri Olivo Scopri Brugmansia Scopri Dracaena Draco Scopri Magnolia Scopri Platano orientalis Scopri Ceiba Scopri Faggio Scopri Melo cinese Scopri Yucca Scopri

  • Mostre

    Mostre da cui imparare In questa sezione, mostre troverete una scelta di mostre in corso dove apprendere per ampliare le proprie visioni. Non solo mostre di fotografia ma anche di pittura perché sono una fonte inesauribile di conoscenza, per le inquadrature, i colori e i soggetti. Solo con la conoscenza si trova il proprio linguaggio. Orizzonti di Luce. Segantini e il paesaggio divisionista: Natura, Memoria e Simbolo Segantini Galleria Civica G. Segantini 22 ottobre 2023 I nodi dei giardini del paradiso AA.VV Fondazione Tassara 5 novembre 2023 Bressanone Water Light Festival AA.VV Bressanone 31 maggio 2023 Gieshe, Samurai e la Civiltà del piacere Utamaro, Hokusai, Hiroshige. Società Promotrice delle Belle Arte 25 giugno 2023 Vintage Elliott Erwitt Museo Villa Bassi Rathgeb 11 giugno 2023 Fotografare da Venezia in poi Mostra Inge Morath Palazzo Grimaldi 4 giugno 2023 L’operazione fotografica Ugo Mulas Le stanze della fotografia Venezia 6 agosto 2023 Una nuova scoperta Ruth Orkin Musei Reali Torino 16 luglio 2023 Le lotte delle donne Tano D'Amico Carmi 25 giugno 2023 Ceramiche tra Liberty e Déco Galileo Chini Museo Internazionale della ceramica 14 maggio 2023 L’alba di un nuovo classicismo Pierre-Auguste Renoir Palazzo Roverella 25 giugno 2023 Retrospectrum Bob Dylan MAXXI Museo delle Arti del XXI secolo 30 aprile 2023

  • workshop

    CALENDARIO 2023 WORKSHOP FOTOGRAFIA DI GIARDINI E PIANTE ​ Questi workshop sono adatti a tutti, (sono ammessi anche ragazzi sopra i 12 anni accompagnati ) Si può partecipare sia con macchine fotografica reflex che con uno smartphone (sarebbe opportuno che avesse l’opzione scatto manuale) La prenotazione è obbligatoria mandando una mail , i partecipanti saranno al massimo 10. Il costo comprende il biglietto d'entrata nel giardino. Uno sconto verrà applicato per gruppi di almeno 3 persone. Una giornata passata a parlare di fotografia ma soprattutto di immagini e di racconti. ​ ​ A seguire le date e i luoghi a oggi disponibili, ma stiamo lavorando per ampiare le date. Iscrivetevi alla newsletter se volete rimanere aggiornati. ​ Villa Pizzo Un workshop di fotografia di giardini e piante e in questo contesto un approfondimento su i giardini all'italiana e sulle rose. 6 mag 2023 scopri Castello di Miradolo Un workshop di fotografia di giardini e piante e in questo contesto un approfondimento su i parchi e sugli alberi. 17 giu 2023 scopri Villa Taranto Un workshop di fotografia di giardini e piante e in questo contesto un approfondimento sulla botanica e gli spazi dei giardini. 24 giu 2023 scopri

bottom of page