SVIZZERA

GIARDINO BOTANICO
DI GINEVRA

DI LIVIA DANESE
 

Serra con piante appese

Il Giardino Botanico della città di Ginevra rappresenta un fondamentale centro di ricerca, di conservazione e di valorizzazione della botanica nel mondo. Fondato nel 1817, venne successivamente dislocato nel Parc de l’Ariana ed aperto al pubblico nel 1904. Oggi il Giardino ospita più di 16.000 specie di piante, alberi ed arbusti ripartiti perlopiù tematicamente in base al loro habitat di provenienza e accompagnati da pannelli informativi.

Serra con Tillandsia

Ad oggi una delle principali missioni del Giardino è l’accoglienza del pubblico nel contesto di un parco ricreativo. L’ingresso è libero e la presenza di aree attrezzate per lo svago ed il riposo stimola i visitatori a godersi questa oasi verde in città. Vengono frequentemente organizzate diverse iniziative per avvicinare il pubblico alla natura ed alla botanica, ad esempio nel Giardino Sensoriale dove viene incoraggiata l’esperienza interattiva e didattica con le piante presenti. Alcune aree del parco sono specialmente dedicate ai bambini e alle famiglie, come il parco giochi, l’area picnic o il piccolo zoo che si occupa anche del recupero di alcune specie animali minacciate.

ARC_7292.jpg

L’organizzazione del Giardino Botanico insomma ruota non solo attorno alla missione di studio e conservazione della flora ma anche all’impegno nel garantire ai visitatori un’esperienza a tutto tondo. 
Anche le tre serre aperte al pubblico sono allestite per invitare i frequentatori a fare un viaggio ideale negli ecosistemi delle diverse parti del mondo. La grande serra tropicale è composta da quattro diverse sezioni: oltre all’area centrale dedicata alle specie provenienti da ambienti caldi ed umidi come le ninfee giganti, la seconda sezione, ispirata all’ecosistema vulcanico delle Canarie, contiene prevalentemente cactacee e succulente tra grandi e scure rocce laviche. La terza serra è dedicata all’interessante famiglia delle Bromeliacee: entrando nell’ambiente si resta particolarmente colpiti dalla Tillandsia che, non avendo radici sotterranee, vive sospesa assorbendo l’umidita dall’aria. Nell’ultima sezione è infine riprodotto l’ecosistema tropicale montuoso.

 

ARC_7314.jpg

La serra temperata invece si distingue per la sua bellissima cupola di vetro di stile neoclassico e accoglie la flora caratteristica del clima mediterraneo proveniente da varie parti del mondo. Attraverso una scala centrale è possibile accedere ad una balconata interna da cui si gode di una splendida vista d’insieme sulla serra.
Particolarmente notevole è infine l’architettura vittoriana del Giardino d’Inverno, costruito nel 1911 in vetro ed acciaio. La struttura rappresenta un’elegante testimonianza del gusto architettonico in voga nel periodo della rivoluzione industriale ed ospita oggi una suggestiva collezione di piante officinali e una sezione dedicata alle specie tropicali.

GALLERY

Info: 
Sito ufficiale
 

Foto ©CRISTINA ARCHINTO

Altri giardini botanici e vivai